CREATIVA

IL BAMBINO SILENZIOSO ” IL PESO DELLE PAROLE “

Posted by in Senza categoria

Competenza senza conoscenza. Sono queste le parole che Charles Darwin usò per descrivere le facoltà con cui la natura imprime la sua presenza nel mondo. Basterebbe avere un minimo di spirito di attenzione per renderci immediatamente conto di questa verità. La natura si evolve senza sapere come. Il bambino, nella sua evoluzione dallo stato di neonato alla fanciullezza riprende fedelmente questa legge naturale nelle sue facoltà di adattamento mostrando capacità e strategie mai viste precedentemente. Facciamo qualche esempio: “in natura, nessuno ha insegnato al sole a sorgere o riscaldarci, così…leggi tutto

DA DOVE INIZIA IL MOVIMENTO ?

Posted by in Senza categoria

“La sorprendente struttura del corpo umano con le sue incredibili possibilità d'azione rappresenta uno dei maggiori miracoli dell'esistenza. Ogni fase del movimento, ogni minimo trasferimento di peso, ogni singolo gesto di qualsiasi parte del corpo rivela un aspetto della nostra vita interiore. Ogni movimento ha origine da una sollecitazione interna, causata da una impressione sensoriale immediata o da una complicata catena di impressioni sensoriali già esperite e fissate nella memoria. L’uomo si muove per soddisfare un bisogno. Attraverso il movimento, tende a qualcosa che ha per lui un valore. È…leggi tutto

IL BAMBINO E LA SCUOLA

Posted by in Senza categoria

La scuola è un luogo dove si impara ad osservare il mondo. Senza avere nessun punto di vista e senza giungere a nessuna conclusione. La scuola deve ispirare la libertà e l’immaginazione. Molti pensano che crativi si nasca, come si nasce biondi o mori, pensando che ci sia ben poco da fare per svilupparla. La creatività è un linguaggio e come tutti i linguaggi deve essere appreso. La scuola è il luogo dove questo linguaggio viene appreso, il luogo dove scoprire la propria creatività. Mente,corpo,emozioni e relazioni con il prossimo…leggi tutto

CORRI SALTA LANCIA

Posted by in Senza categoria

Ogni volta che si compie una azione il bambino si muove con schemi corporei NATURALI e INTUITIVI. La prima azione è il correre, sempre quando si apre davanti a se uno spazio esplorabile che attrae il piacere della scoperta. Segue il lanciare gli oggetti per sondare cosa accade senza esporsi a rischi in prima persona ma con la mediazione di un oggetto. Infine si salta per perdersi e poi ricomporsi all’unita psicofisica. Sono le azioni che bisogna proporre ai bambini con materiali simbolici, affinchè il far finta di… prenda vita….leggi tutto

Guardami

Posted by in Senza categoria

I bambini dicono spesso la parola guardami quando giocano interagendo con il mondo, soprattutto in presenza di un adulto sensibile. Che sia un geniitore , un parente, o un educatore; il bambino desidera che sia presente nel suo agire. Vuole che si sintonizzi con lui nel momento presente della sua esperienza. Ogni distrazione causa in lui insicurezza e paura. Questo aspetto dell’essere presenti si regola anche nel dialogo tonico emozionale e nel linguaggio.

Posso giocare

Posted by in Senza categoria

Penserete che ai bambini si debba insegnare…. in realtà non è così, anzì è dannoso insegnare ai bambini. Il bambino è già alla nascita l’uomo che diverrà, quindi ogni insegnamento è inutile. Nel suo cammino il bambino impara con le sue esperienze a scoprire chi è ed il suo destino. E per farlo ha bisogno di guide amorevoli.

Fuori tempo

Posted by in Senza categoria

C’è un tempo per per ogni aspetto dell’essere. Il tempo della mente, il tempo del corpo, il tempo dei sogni e il tempo dell’anima.. Per saper introdurre i bambini nella complessità del mondo spirituale bisogna conoscere l’essere umano e le leggi che governano il creato. C’è un tempo , ma anche un non tempo…

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.