IL BAMBINO E LA SCUOLA

Posted by in Senza categoria

La scuola è un luogo dove si impara ad osservare il mondo. Senza avere nessun punto di vista e senza giungere a nessuna conclusione.
La scuola deve ispirare la libertà e l’immaginazione. Molti pensano che crativi si nasca, come si nasce biondi o mori, pensando che ci sia ben poco da fare per svilupparla.
La creatività è un linguaggio e come tutti i linguaggi deve essere appreso. La scuola è il luogo dove questo linguaggio viene appreso, il luogo dove scoprire la propria creatività.
Mente,corpo,emozioni e relazioni con il prossimo non sono indipendenti, ma cooperano insieme nella natura sistemica organica dell’uomo.
La scuola deve essere il luogo in cui le cose che amiamo e quelle in cui siamo bravi a fare si ritrovano. Insieme agli altri, sentendosi accolti,amati,accettati e incoraggiati.
In questo stato di benessere i bambini arricchiscono il proprio bagaglio di buone esperienze. La scuola deve dar loro la possibilità di esplorare se stessi, di capire le reali inclinazioni di ogni bambino, di apprezzarne e coltivarne il talento e i modi in cui si esprime individualmente.
La libertà nob consiste nell’espressione dei propri desideri e delle proprie scelte, che portano inevitabilmente al disordine.
Nella scuola si deve imparare cosa è il pensiero, il fare, l’amore e la morte; perchè la nostra vita è fatta di questo. La scuola è il luogo dove si vivono le emozioni, èd è nella memoria del corpo che le emozioni vengono registrate.Osservando il corpo, possiamo aiutare il bambino a prendere coscienza delle sue paure affinchè esse non implodano o esplodano.
La scuola è il luogo migliore dove un bambino o una bambina possono osservare le leggi che governano il creato.
Accompagnati da un adulto presente, che non limita ad insegnare, ma che si prende cura della nobiltà di ogni essere umano.
La scuola è il luogo dove dall’io si passa tu e poi al noi per poi ritornare all’io. La scuola è un luogo meraviglioso dove il bambino ha la possibilità di esprimere la sua natura e la sua unicità.
La scuola è il luogo del senza tempo, della magia e dell’immaginazione. Ogni bambino è già il seme del suo divenire, non abbiamo nulla da insegnargli, ma potrebbe perdersi senza una guida che lo accompagni mondo.
Un accostarsi a lui con umiltà, sensibilità e amore, senza aspettative di risultati o proiezioni future.
Non è importante per la realtà dell’essere misurarne le capacità con valutazioni o test di alcuna natura, le capacità umane,sono decisamente superiori a qualsiasi misurazione o conformità sociale.
La scuola è il luogo dove ogni bambino ha il diritto di riconoscere chi è dal suo esperire nel mondo affinchè nel mondo possa assumere il ruolo per cui è stato creato.
La scuola è un luogo possibile come ogni sogno!.