MIGLIORARE I PROCESSI DI APPRENDIMENTO

Posted by in Articoli

Secondo Feuerstein, l'intelligenza è la capacità di modificazione cognitiva; attraverso la capacità di apprendere autonomamente e costantemente.

Il fattore cognitivo, inteso come l'elemento che costituisce la struttura del nostro comportamento, deve essere sempre modificabile per affrontare i cambiamenti continui del mondo in cui viviamo, unito al fattore emotivo che invece è l'elemento energetico.

Il mediatore è colui che crea le condizioni, affichè il discente possa gradualmente farsi carico del proprio apprendimento, ne sia responsabile ed inizi ad autovalutarsi.

Un cambiamento strutturale, messo in moto da un determinato programma di intervento, innesca un processo di crescita contunuo e rende l'individuo capace di migliorare recettività e sensibilità rispetto agli stimoli.

Il mediatore, deve organizzare intenzionalmente gli stimoli, guidato dalla suà esperienza culturale ed emozionale, creando le situazioni favorevoli all'apprendimento.

L'educazione quindi, è un'occasione per il cambiamento, per una modificabilità di tipo strutturale, la cui caratteristica principale è la capacità di utilizzare ogni apprendimento in situazioni nuove :    ciò che un individuo impara in una determinata esperienza, dovrà consentirgli di acquisire strategie di adattamento a  nuove situazioni  in modo autonomo , secondo il motto : " UN MOMENTO…. STO PENSANDO! ".

 

Si diventa uomini attraverso altri uomini .

Reuven Feuerstein