LEZIONI APERTE

Posted by in Articoli

Siamo arrivati alla fine dell'anno scolastico ed è giunto il momento di far vedere qualcosa di quello che siamo!

Certo è proprio quello che "siamo" che deve cogliere chi ci osserva, non certo quello che facciamo o come lo facciamo.

Qui il giudizio non è menzionato non esiste il bello e il butto, il leader e il gregario. 

Voglio ricordare che la scuola dell'infanzia non è la "scuola delle prestazioni o della competizione".

Non è assolutamente la valutazione il nostro obiettivo nel  lavoro  con i bambini, ma diversamente un lavorare su di sè.

Lavoro, che per i non addetti è difficile capire, perchè bisognerebbe conoscerne  le leggi e il simbolismo.

IL nostro intento è creare un dialogo tonico emozionale  tra il mondo interiore ( angoscie, paure, abbandoni , riconoscimento, appartenenza, cura )

e quello esteriore ( spazio, tempo, regole, relazioni e routine) un percepire il bello e ciò che ci fà stare bene, affinchè il pensiero possa svilupparsi coerentemente insieme al linguaggio.

Riconoscere nell'altro se stessi, accettando le diversità che ci arricchiscono e ci fanno sentire umani, e non macchine, sentendosi sempre integrato e parte del tutto.